Marzo92014

"Egon: There’s something very important I forgot to tell you.

Peter: What?

Egon: Don’t cross the streams.

Peter: Why?

Egon: It would be bad.

Peter: I’m fuzzy on the whole good/bad thing. What do you mean, “bad”?

Egon: Try to imagine all life as you know it stopping instantaneously and every molecule in your body exploding at the speed of light.

Ray: Total protonic reversal.

Peter: Right. That’s bad. Okay. All right. Important safety tip. Thanks, Egon.”

Luglio242013

This is a quick sketch I’ve just finished colouring. It portrays my girlfriend in the act of catching salami. She works in a grocery and now and then she jumps into the deep depth of the fridge to retrieve sausages! Therefore she is The Sausage Hunter!

(Also, if you want to see other works of mine, you can visit my gallery on Deviant Art: http://inktears.deviantart.com/)

-Arg
This is a quick sketch I’ve just finished colouring. It portrays my girlfriend in the act of catching salami. She works in a grocery and now and then she jumps into the deep depth of the fridge to retrieve sausages! Therefore she is The Sausage Hunter!
(Also, if you want to see other works of mine, you can visit my gallery on Deviant Art: http://inktears.deviantart.com/)

-Arg

Luglio172013
Una mia piccola considerazione dopo aver visto Man of steel.
(I tempi di Christopher Reeve sono davvero finiti?)
(E se volete leggere una recensione a fumetti di Man of Steel creata dal nostro amato Leo Ortolani, quello di Ratman per intenderci, andate Qui!)
-Arg

Una mia piccola considerazione dopo aver visto Man of steel.

(I tempi di Christopher Reeve sono davvero finiti?)

(E se volete leggere una recensione a fumetti di Man of Steel creata dal nostro amato Leo Ortolani, quello di Ratman per intenderci, andate Qui!)

-Arg

Luglio162013

Ogni tanto penso alle combinazioni del caso, e a come un semplice incontro può farti scoprire (o nel mio caso riscoprire) l’arte in tutta la sua sensuale bellezza. Mi dirigevo con mio fratello verso casa di un’amica di amici per partecipare ad una festa di compleanno con falò sulla spiaggia. Ed ecco che entrati in casa della suddetta conoscente mi imbatto in quadri ispirati all’ Art Nouveau di Alphonse Mucha, di cui conoscevo l’opera, ma non ricordavo il nome. E’ stata una sensazione strana riportare alla mente un personaggio e un genere d’arte che chissà perché mi era scivolato via dalla testa (…e devo sempre ringraziare l’oceano della Rete per colmare le lacune che ho in quel colabrodo che mi ostino a chiamare cervello). 


http://it.wikipedia.org/wiki/Alfons_Mucha

-Arg

Luglio42013
"Massì, una corsetta nel parco è l’ideale!"

-Arg

"Massì, una corsetta nel parco è l’ideale!"

-Arg

Giugno32013

Essendo un grande amante del fantasy non posso non omaggiare una delle più grandi compontenti del fantasy mondiale: ll gioco di ruolo Dungeons&Dragons. Potrei stare qui a parlare per ore delle mie esperienze personali e di quante tempo ho passato piacevolmente trucidando trolls, incenerendo orchi, mazzolando giganti, e  compiendo scorribande varie. Un ringraziamento personalissimo va al grande Gary Gygax (scomparso ormai nel 2008) per il grande sogno che ha fatto vivere ai giovani di mezzo mondo e che farà vivere alle generazioni future. Spero tu stia ancora giocando, e che tu possa fare un 20 naturale sempre, ovunque tu sia.

Qui alcune delle splendide illustrazioni presenti nel Manuale del Giocatore, Manuale dei Mostri, e Manuale del Dungeon Master, edizione 3.5 (a cui sono legato, sebbene la Wizard of the Coast abbia prodotto già la quarta edizione, ma io sono fermo lì).

Artisti presenti nei manuali suddetti ( e che li rendono un piacere all’occhio dell’appassionato) :
Glen Angus, Carlo Arellano, Daren Bader, Tom Baxa, Carl Critchlow, Brian Despain, Tony Diterlizzi, Lars Grant-West, Larry Elmore, Scott Fischer, John Foster, Rebecca Guay-Mitchell, Jeremy Jarvis, Paul Jaquays, Michael Kaluta, Todd Lockwood, David Martin, Wayne Reynolds, Scott Roller, Arnie Swekel, Matt Cavotta, Ed Cox,  John and Laura Lakey,  Raven Mimura, Matthew Mitchell, Monte Moore, Adam Rex, Richard Sardinha, Brian Snoddy, Mark Tedin, Anthony Waters and Sam Wood.

 

-Arg

 

Marzo232013

"In un remoto scenario multidimensionale, in un piano astrale mai destinato a volare, le volute di foschia stellare ondeggiano e si dividono…
Guarda…
Viene A’Tuin la Grande Tartaruga, nuotando lenta nel golfo interstellare, le membra poderose ricoperte d’idrogeno ghiacciato, l’enorme carapace antico bucherellato da crateri di meteore. Con occhi grandi come il mare, incrostati dai reumi e dalla polvere di asteroidi, fissa la Destinazione.
Nel suo cervello più grande di una città, con lentezza geologica, pensa soltanto al Peso.
Naturalmente la maggior parte del peso è sostenuta da Berilia, Tubul, Gran’T’Phon e Jerakeen, i quattro giganteschi elefanti sulle cui larghe spalle color delle stelle riposa il disco del Mondo, inghirlandato alla sua circonferenza dalla lunga cascata e sormontato dalla volta celeste del Cielo.”

Così inizia “Il colore della magia”, primo volume della saga del mondo-disco, partorita dalla strabiliante mente dello scrittore britannico Terry Pratchett, la cui inesauribile vena comica e ironica mi ha regalato e mi regala tuttora momenti di divertimento puro. Per tutti gli amanti del fantasy fuori dalle righe, non pesante e che riesce a prendersi in giro da solo.

E a un talento se ne aggiunge un altro, quello dell’ artista Paul Kidby (http://www.paulkidby.net/), incaricato di illustrare le copertine dei diversi volumi che compongono l’immaginifico universo Pratchettiano. Mai scelta fu più azzeccata.

-Arg



Febbraio142013
Ah, l’amour.
-Arg

Ah, l’amour.


-Arg

Febbraio102013

Aspettando il solito treno in ritardo che mi avrebbe teletrasportato a casa, tra scossoni e puzza di estranei, entro in libreria e mi si rinnova il sorriso spento da una lunga giornata di grigiume: Arzak (o Arzach, o Arzack) del celebre Moebius (Jean Giraud- morto l’anno scorso il 10 marzo). E’ sorprendente il tratto che usa, l’accumulo di dettagli che non risultano mai appesantire la scena, e i colori a volte eccentrici, altre volte morbidi, che rendono fluide le azioni, nette come se fossero incise su pietra. Un grande artista di tutti i tempi (sfido a a trovare qualcuno che ritenga il suo disegno fuorimoda o sorpassato…credo li abbiano fucilati tutti…evviva la libertà di espressione) autore di un vivido viaggio onirico.

-Arg

Febbraio72013
Altri quattro schizzi fatti dal qui presente. Il più recente è la mano aliena ispirata ad un racconto di Stephen King che trovate nel volume “A volte ritornano”. Ho sempre avuto  un amore per  creature del fantastico, e trovo che le descrizioni di Stephen king, che alle volte rasentano il grottesco, stuzzichino la mia vena creativa.  Altri autori che mi ispirano fortemente in questo senso  sono   Mignola con il suo Hellboy e Kentaro Miura (credo che parlerò di entrambi approfonditamente nei post a seguire)
-Arg

Altri quattro schizzi fatti dal qui presente. Il più recente è la mano aliena ispirata ad un racconto di Stephen King che trovate nel volume “A volte ritornano”. Ho sempre avuto  un amore per  creature del fantastico, e trovo che le descrizioni di Stephen king, che alle volte rasentano il grottesco, stuzzichino la mia vena creativa.  Altri autori che mi ispirano fortemente in questo senso  sono   Mignola con il suo Hellboy e Kentaro Miura (credo che parlerò di entrambi approfonditamente nei post a seguire)

-Arg

← Entrate vecchie Pagina 1 di 3